Gotek floppy emulator, Amiga e firmware

Qualunque appassionato di retrocomputing, musicista che utilizzi ancora tastiere vintage o chiunque abbia ancora a che fare con macchine a controllo numerico si sarà imbattuto nell’ esigenza o avrà considerato il fatto che l’ i/o da floppy è destinato al fallimento per obsolescenza. Uniamo il tutto al fatto che il floppy come medium non è più in produzione e che quelli esistenti sono minacciati da  muffe, smagnetizzazioni e turpemente soggetti a perniciosi cicli di lettura e scrittura che possono minare l’integrità dei preziosi dati contenuti. Entra in scena l’hardware Gotek, in grado di sostituirsi ad i tradizionali lettori floppy emulandone il funzionamento; non si leggerà più meccanicamente il contenuto dei dischetti ma files immagine memorizzati su supporto usb.

I firmware disponibili

Per utilizzare il gingillo con Amiga (qualsiasi modello prodotto aveva accesso ai floppy disk ed è quindi compatibile) bisogna provvedere a “flashare” uno dei firmware disponibili che sono i seguenti;

  • Firmware Cortex , sviluppato da Hervé Messinger, è stato il primo. Ha innescato questa piccola rivoluzione. Purtroppo l’ ultima versione è del febbraio 2013 dato che l’autore, sentendosi sfruttato dal moltiplicarsi dell’ offerta di Gotek su Ebay senza riceverne riconoscimento alcuno e per il lucro di altri, ha deciso di abbandonare il progetto. Supporto limitato al formato ADF.
  • Firmware HXC , compatibile con il chip STM32 su cui si basa il Gotek, permette di usarlo non solo con Amiga ma su moltissime altre piattaforme, dai 16 bit Atari fino allo Spectrum +3 (dove la penuria dei maledetti floppy da 3″ si fa sentire) passando per piattaforme esotiche come i giapponesi FmTown e X68000, inoltre tastiere musicali e campionatori. Oltre agli ADF sono supportati anche formati come DMS ed IPF (immagini floppy con intatto il sistema di protezione). Supporta la connessione di display e buzzer per simulare i rumori della testina. Costa 10€ per ogni device ed è sviluppato da  Jean-François Del Nero.
  • Flash Floppy, open source, attualmente ancora in fase iniziale, al momento la versione più recente è la 0.6.1a, ma già molto promettente. Supporta l’utilizzo di display lcd e speaker, ed è compatibile con Atari St ed Amstrad CPC.

 

Cortex

Non avendo particolari esigenze, semplicemente funziona.

La modalità è la seguente: si seleziona la posizione 000 ed il firmware carica da usb selector.adf (con velocità floppy reali, impiegando circa 12 secondi).

IMG_20170821_184229_HDR

Si selezionano quindi gli ADF e si assegnano ai 999 slot disponibili. Una volta selezionato coi pulsantini frontali del Gotek il numero di slot scelto basterà resettare Amiga per godersene finalmente il caricamento.

I difetti che si possono individuare in questo firmware sono essenzialmente imputabili al fatto che non è stato più aggiornato, a perdonabili errori di gioventù si aggiunge quindi la mancanza di possibilità che offre la “concorrenza”, per esempio poter pilotare un display o interpretare files DMS.

Non riesco a far pace con il fatto che i files contenuti nel supporto usb vengono listati per ordine di immissione e non in ordine alfabetico.

Comincia a starmi stretto…

Pubblicità

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.